Ventitreesimo giorno di Avvento

-6

Prego per chi, con lo sguardo limpido e incantato, sa donare una carezza a chi vorrebbe soltanto piangere, una carezza per chi è solo, chi è malato, chi è stato ferito e non riesce a guarire. Forse ci vuole qualcosa, quella marcia in più che si impara dai bambini, quella capacità di guardare oltre le apparenze, e accarezzare l’anima con le parole. Forse bisogna essere capaci di intravedere quanto a volte una carezza possa fare la differenza. E allora prego per chi ci riesce, per questi angeli che anche nel mezzo della corsa riescono a fermarsi, a tornare indietro, ad aiutare chi non riesce a proseguire, anche a costo di portarlo sulle spalle. Prego per loro, perché per una carezza a volte si danno sacrifici, si perdono di vista strade, senza sapere dove avrebbero portato, eppure non le rimpiangono mai. Prego per chi dona carezze senza mai chiedere nulla, anche alle persone più distanti, anche a quelle persone che un tempo al fianco portavano una spada, perché loro riconoscono l’anima oltre ogni maschera. Prego perché insegnino ai propri figli l’arte delle carezze, perché sono il gesto più sincero che l’uomo possa offrire. E prego io, che le carezze non le dono quasi mai, perché ci vuole coraggio e a volte mi manca, e prego allora perché tutti imparino a porgere carezze ad occhi chiusi.

Amen. 

Annunci

13 pensieri su “Ventitreesimo giorno di Avvento

  1. Io amo accarezzare il viso, in Sala Operatoria, quando il paziente dev’essere anestetizzato, e noto che ha molta paura.
    Lo sguardo che mi ringrazia o la mano che trattiene la mia , sulla guancia, è un’emozione che mi ripaga di tutte le fatiche….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...