Domanda della settimana 

Cosa rappresenta per te il pigiama?

Il mio mondo, quello più segreto, a tratti imbarazzante, perché il pigiama non è mai una cosa del tutti seria. Rappresenta quel mondo che ho tanto condiviso, tra i corridoi degli alberghi in gita scolastica e poi a casa mia, rappresenta tutto ciò che ho condiviso con Lei, nonostante io non ricordi quale pigiama indossassi allora. Rappresenta il pudore, l’intimità con sé stessi, quei  momenti notturni in cui nessuno può farci del male. Il pigiama rappresenta per me i ricordi più vivi delle serate tra amici, quando assieme, con i nostri pigiamoni caldi, giocavamo al Monopoli. Rappresenta le mie dosi di coraggio investite nell’ombra, in dei pigiami grigi che si confondono con la polvere e il muro. Il mio pigiama é spesso grigio, serio, perché grigio e serio era il Suo in gita scolastica, impalpabile, incomprensibile. Il pigiama rappresenta un modo d’essere, e tutte quelle paure remote nascoste, quelle abitudini insormontabili, e le mattine in cui dormivano tutti, mentre io desideravo ardentemente uscire. Non riesco mai a stare molto tempo in pigiama. Rappresenta soltanto alcune ore della mia vita, quelle oscure della notte, che mi cullano tra i sogni e gl’incubi e i ricordi, ed io mi abbraccio al mio pigiama come da bambina abbracciavo i miei pupazzi pelosi, al caldo d’inverno, cercando il fresco d’estate. Il pigiama rappresenta qualcosa di intimo, di personale, che dovrebbe essere bello innanzitutto per noi, e magari profumare della nostra stanza, delle nostre lenzuola, o del cuscino sotto cui lo ripongo ogni mattina. Il pigiama è un emblema, un simbolo di quella vita notturna a cui tutti aspiriamo da giovani. È più di un semplice completo, non sta nell’armadio di tutti i giorni. Quando faccio le valigie, il pigiama me lo dimentico sempre. Eppure in gita scolastica il pigiama è la cosa più buffa, perché lo si mostra in giro come fosse un cappotto, per i corridoi e le stanze d’albergo, e me lo sento mio, come la mia un poco folle personalità. Il pigiama è un piccolo scrigno, una gemma celata nei cassetti, che ci appartiene e ci fa vergognare. Non possiamo farne a meno, e nemmeno in estate riesco a dormire in mutande, sentendomi nuda e senza protezione, ho bisogno di sentire il tessuto sulla pelle, che mi copra nelle mie parti più fragili e nelle impressioni più profonde. Il pigiama è anche questo: uno scudo. E senza di esso probabilmente sarei più povera, più anonima, più… quotidiana. E non avrei mai potuto vederla con il suo pigiama grigio e serio. 

E per voi cosa rappresenta il pigiama?

Annunci

33 pensieri su “Domanda della settimana 

  1. Lo sento anch’io come te il pigiama. Anche quando fa caldo, piuttosto dormo senza lenzuolo ma un pigiamino corto, senza maniche me lo devo mettere… e non sono freddolosa, è proprio una questione psicologica, un sentirsi protetta.

  2. Io non uso il pigiama ma comodi pantaloni di tute con T-shirt a manica lunga in inverno e corta in estate con sotto… slip ☺️
    Mi spiace ma per me il pigiama é una cosa totalmente inutile… anche se il tuo articolo mi ha fatto molta tenerezza e d’ora in poi guarderò il pigiama con occhi diversi 😉

  3. Il pigiama per me deve essere largo, grandissimo, comodo, ci devo sguazzare dentro e questo perché spesso in inverno mi piace dormire solo con l’enorme maglia e godermi la sensazione delle coperte/lenzuola sulle gambe. È ridicolo ma allo stesso tempo simpatico, con quei disegni assurdi 😅 in estate uso le vestaglie corte bianche, che abbiano ricami, decorazioni in pizzo, siano trasparenti o meno non conta, importante è che siano fresche e ci siano perché senza nulla non si può dormire; il pigiama è qualcosa che una volta indossato faccia sentire bene, come se dicesse “oh, ora sì che si può dormire!” 😁 il pigiama è mooolto personale, si mostra a pochi 😉😉 e le tue domande della domenica sono uno spasso!!! Ciao compare😘

    • Mi sa che potremmo fare un pigiama party noi due 😅 Ho la stessa idea di pigiama, e pensa che mia mamma all’inizio voleva tagliare il fondo dei pantaloni perché toccava per terra… eresia! 😂
      Mi fa piacere, ci tengo che siano quantomeno originali! 😘

  4. Come scrivevo a Gengis, io il pigiama lo indosso sempre, anche nelle serate estive più torride. Magari a maniche corte e pantaloncini corti, ma lo devo sempre avere perchè – non si sa come – dormo meglio se lo indosso.

  5. Il pigiama è per me il mio vestito della sera nel momento in cui ho deciso che non faccio più niente e sono pronta solo per rilassarmi sul divano, dare e ricevere coccole. Mi piace stare nel mio pigiama 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...